Grandi navi vicino alle coste: mai più!

costa-concordiaIniziano questa mattina le grandi manovre per liberare le acque del Giglio da quel mastodonte coricato che dal 13 gennaio 2012 è ormai la Costa Concordia.

L’obiettivo degli esperti della Protezione Civile, della Costa Crociere e della Titan Micoperi, che da mesi stanno studiando il da farsi, è tentare di raddrizzarla, senza tuttavia avere la certezza del successo poiché si tratta di un’impresa senza precedenti viste le dimensioni del relitto.

Ai lavori partecipano una ventina di mezzi navali, 8 piattaforme, 500 persone tra sub, addetti ai lavori di saldatura e carpenteria, tecnici, piloti, addetti alla logistica e alla sicurezza, ingegneri, membri degli equipaggi dei mezzi usati, biologi.

Non voglio qui ricordare quel che è accaduto, è indimenticabile, né le conseguenze nefaste in termini di vittime e di danni all’ambiente e al turismo. Mi preme solo rimarcare che la causa prima è stata la manovra azzardata e, come abbiamo scoperto nell’occasione, consueta di avvicinarsi pericolosamente a coste e città per procurare divertimento ai croceristi. Ecco. Questo non deve accadere mai più. E per sottolineare il concetto vi propongo il breve video girato dal francese Philippe Apatie che spiega senza una parola, ma con immagini molto eloquenti, quale scempio venga normalmente messo in atto dalle grandi navi da crociera.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

3 Risposte a “Grandi navi vicino alle coste: mai più!”

  1. Caspita! Altro che “vicino alla costa”! È assurdo e dovrebbe essere vietato! Non sono esperta di nautica, ma neanche un gommone può avvicinarsi più di tanto alla costa a meno di beccarsi una bella multa! E invece a questi mastodonti tutto è permesso!
    Mettici poi che le crociere mi fanno una gran tristezza: gente che pensa di girare il mondo, e che invece resta imprigionata nel lusso di un albergone quesi senza mettere il naso fuori! Il mondo lo vedrebbero molto meglio, molto più comodamente e molto più a buon mercato guardandosi National Geografic dal divano di casa propria!

  2. L’ha ribloggato su Sbagliando s'imperae ha commentato:
    Quite impressive. Mai più!

  3. Ma come può essere permessa una cosa del genere mi chiedo..Venezia viene letteralmente violentata da questo gigante del’acqua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: