Come pulire i ciucci del vostro bambino? Succhiateli!

saliva e ciucciNel mio nuovissimo ruolo di nonna rompiscatole attenta e scrupolosa mi è capitato di andare a verificare le modalità di sterilizzazione di ciucci e tettarelle da parte di mia figlia per accertarmi che non fosse troppo scialla 😉  Il risultato ha rassicurato la fobica e l’apprensiva che è in me e che ai tempi era solita bollire tutto. Test superato ho pensato, e invece non è vero niente. È tutto cambiato e ce lo dice, come sempre, la Scienza. Altro che sterilizzare tutto, per pulire i ciucci è sufficiente che un genitore se li ficchi in bocca ed eccoli puliti e pronti per quelle boccucce minute. Che poi si fa anche prima e se uno è rimasto alla fase orale una succhiatina veloce gli fa anche piacere.

È uscito infatti un articolo di Scienziati svedesi sulla rivista Pediatrics che, con un campione di 180 bambini seguiti dalla nascita, hanno evidenziato come quelli i cui genitori pulivano anche occasionalmente il ciuccio con la propria saliva a 18 mesi avevano meno possibilità di avere allergie, eczemi e asma rispetto a quelli che ricevevano ciucci “sterili”. Dunque, una certa esposizione a germi nella primissima età mette in condizione il sistema immunitario di contrastare alcune minacce alla salute.

Eppure, proprio qualche mese fa il dipartimento di sanità di New York aveva lanciato una campagna di affissioni (immagine in alto) per scoraggiare quell’abitudine che, secondo molti medici, provocando il trasferimento di batteri dalla bocca di un adulto a quella del bambino, metterebbe a rischio la salute dentaria di quest’ultimo. In risposta, il presidente dell’American Academy of Pediatric Dentistry ha affermato che i genitori possono passare gli stessi germi semplicemente baciando o stando vicini ai figli. L’unico modo per evitarlo sarebbe l’uso della mascherina. Che non è realistico. E ha concluso che la saliva è un’amica, poiché contiene enzimi, proteine, elettroliti e altre sostanze dagli effetti benefici per il bambino.

Non mi hanno mica convinto tanto però.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

7 Risposte a “Come pulire i ciucci del vostro bambino? Succhiateli!”

  1. Il mio figlio più grande ha 15 anni e mezzo, la seconda 13 e il terzo ne compie 8 domani; su indicazioni dei pediatri che li seguivano io ho sempre sterilizzato i loro ciucci e biberon: certamente per il terzo, come a volte capita, si è un po’ più “scialli” (come dice Laura) e magari capitava che mi limitassi a sciacquare sotto l’acqua un ciuccio caduto, ma ciucciarlo io mai!
    Mi ha sempre fatto letteralmente vomitare questa pratica di ficcarsi in bocca il ciuccio dei bambini. Una volta ero a trovare i parenti del marito in Danimarca e suo cugino aveva avuto un figlio da poco: questo bambino, avrà avuto 3-4 mesi e tutti (tutti!) nonni, zii, genitori, per farlo divertire gli toglievano il ciuccio da bocca e se lo mettevano loro.

    Non mi interessa se dal punto di vista sanitario sia una pratica positiva, o se invece è da sconsigliare: semplicemente mi fa schifo!

    • Ah! E’ proprio vero, i Danesi sono più avanti. In tutto. 😉

      Però la scena di tanti adulti che fanno quel gioco è esilarante. A volte basterebbe guardarsi un po’ dall’esterno: quante cose si eviterebbe di fare…

  2. E’ vero! Nel sequel di “gola profonda” tutte le attrici sembravano raffreddate. Per non parlare poi della puntata successiva girata dalle stesse attrici dal dentista!

  3. Io penso che il giusto sia una via di mezzo. Trovo alquanto schifoso (passatemi il termine) pulire con la propria saliva il ciuccio di un bambino che se ha bisogno di una pulita vuol dire che è caduto a terra o robe simili per cui non è igienico nemmeno per noi adulti. Però mia cognata al primo figlio sterilizzava tutto in continuazione (e non potevamo prenderlo in braccio se non avevamo un canovaccio a mo’ di parannanza) e gli sono venuti i funghi in bocca mentre con il secondo è stata molto più scialla e non ha avuto nessun problema, quindi…
    Mchan

  4. beh, le figlie le ho trovate già ampiamente svezzate, non ho un’esperienza diretta: tuttavia, condivido ciò che dice Mchan e non farei nulla di non igienico per noi adulti; invece, sono convinta che sia sufficiente sciacquare sotto l’acqua il ciuccio dopo “comuni eventi” e riserverei la sterilizzazione solo a questioni che richiederebbero, ad es. per il bicchiere, il passaggio in lavastoviglie alla massima temperatura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: