Protesta d’artista

Ha provocato scalpore e credo anche orrore la protesta messa in atto dall’artista russo Petr Pavlensky in una piazza di Mosca presentandosi completamente nudo e avvolto in una matassa di filo spinato. E più gli strabiliati poliziotti cercavano di sottrarlo alla vista dei passanti e di districare il groviglio più lo sottoponevano a ferite e sofferenza.

Pavlensky non è nuovo a questi gesti. Lo avevamo già visto protestare con la bocca letteralmente cucita a favore delle componenti del gruppo punk femminista Pussy Riot condannate a due anni di reclusione in una colonia penale da un tribunale russo per essersi esibite in un concerto anti Putin improvvisato in una chiesa.

Questa volta ha protestato contro il governo del suo paese. La sua azione, come ha illustrato, simboleggia la vita dell’uomo in un sistema repressivo in cui qualunque mossa provoca pesanti reazioni da parte della legge che ferisce, non solo metaforicamente, l’individuo. Negli ultimi anni, spiega Pavlensky , sono state adottate delle leggi mirate a sopprimere l’attivismo civico, a rinforzare controllo e intimidazione, a tollerare l’arbitrio della polizia e a fare un numero crescente di prigionieri politici. Per esempio, leggi contro agenti stranieri, l’estremismo, la “propaganda” omosessuale, le proteste, gli scrittori e gli artisti. Tutto questo, conclude Pavlensky , riduce le persone a docile bestiame al quale è permesso solo di lavorare, consumare e moltiplicarsi.

Le immagini che seguono sono di MR7.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

2 Risposte a “Protesta d’artista”

  1. !NO! comment …

  2. effettivamente inquietante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: