Sale d’aspetto

IMAG0099Purtroppo in questo ultimo periodo ho avuto molto a che fare con le sale d’aspetto di medici e ospedali. Certo sono luoghi in cui capita di incontrare della fauna umana davvero variegata. Mi trovavo all’ospedale San Giovanni di Roma, e con la mia Figlia Media stavamo aspettando nel reparto di radiologia per farle fare una radiografia e un’ecografia. Era un’ampia sala con le sedie disposte lungo tutte le pareti dove i pazienti potevano accomodarsi nell’attesa di effettuare gli esami. Ogni tanto capitava che arrivasse qualche paziente ricoverato in altri reparti dell’ospedale, su una barella o sulle sedie a rotelle. È in quel caso venivano “buttati” al centro della sala in modo disordinato. A un certo punto è arrivata un infermiera con un’evidente sindrome della casalinga perfetta e ha cominciato a mettere in ordine i pazienti i mezzo alla sala. Ha spostato una lettiga addossandola alla parete, e ha disposto le sedie a rotelle affiancandole l’una all’altra al centro della stanza, con la fronte verso il vetro divisorio della sala infermieri. Così, come fossero di fronte a uno schermo… È infatti l’infermiera si è congedata dai pazienti dicendo loro: “buona visione”!

Sotto gli occhi basiti di mia Figlia, cercando di non farmi beccare, ho anche fotografato la scena per i lettori del nostro blog!

Ma la cosa più divertente è stato l’arrivo di una paziente sulla sedia a rotelle: una vecchina striminzita, tutta incartapecorita. Sembrava uscita da una favola. Come ciliegina sulla torta era anche sorda come una campana. Si avvicina un’infermiera e le chiede da che reparto venisse. Dal momento che la vecchietta non sentiva le ripete la domanda a voce sempre più alta, ma niente! A un certo punto un collega della tapina accorre in suo aiuto per dirle che la signora era ricoverata (reggetevi forte!) a MEDICINA DELLO SPORT!!!!

Ma ve l’immaginate? Inutile dirvi che mia Figlia e io siamo scoppiate in una risata sonora! Almeno, pur essendo state catapultate in un girone dantesco, due risate ce le siamo fatte. E di questi tempi non è poco!

Annunci

8 Risposte a “Sale d’aspetto”

  1. Alcuni momenti è bello farsi una bella risata , in qualunque posti ti trovi in altri posti troverai semprè alcune volte qualcosa che ti fa ridere .

  2. Già! Trovare il lato bello (in questo caso divertente) delle cose ti dà la misura della tua umanità.
    Almeno finché dura!

  3. C’è sempre qualcosa di interessante nelle sale d’attesa. L’altro giorno, restandoci per ben 1 ora e 45 minuti, ho avuto modo di apprezzare una mamma giovane, ben vestita, senza inflessioni dialettali, che tormentava il figlio, forse 7 anni, affinché facesse i compiti. A un certo punto lui le chiede cosa fosse il Sudamerica e lei, digitando sull’iphone: “Uno stato!” “Che cosa è uno stato?” ribatte il piccolo e lei, infastidita: “Hai presente l’Italia? Che cos’è l’Italia?”

  4. ridere fa bene in tutte le situazioni, ma, non è che ridiamo per non piangere? Un vero disastro dovunque ti giri!!

  5. che cosa vergognosa la situazione di molti ospedali in italia. E’ vero, ci viene quasi da ridere ma è assurdo costringerci a ridere per non piangere. Quell’immagine è davvero senza parole…

  6. Ciao, siamo due infermiere della tanto disprezzata sala d’attesa del san giovanni radiologia e vorremmo precisare alcune cose, tipo come ci fanno lavorare (come bestie, quindi non si tratta di fauna umana)
    Prma cosa: i paz vengono ordinatamente sistemati in modo che l’entrata sia libera per il passaggio veloce di codici rossi.
    Secondo punto, non abbiamo la sindrome della casalinga: piuttosto ce l’ha lei che invece di immaginare cosa c’è di lavoro al di la delle porte della sala d’attesa di mette a fotografare invadendo la pryvacy dei stessi pazienti.

    Sappia che c’è gente che ama il suo lavoro ed è costretto a farlo male per colpa di scelte politiche(non avrà per caso votato la polverini?)
    E comunque se lei è stata guardata ringrazi gli infermieri che c’erano almeno lavoravano e guardavano i pazienti in sala

    • Ciao Sara,
      intanto benvenute sul blog, ho letto il vostro commento e mi spiace essere stata fraintesa: non intendevo disprezzare niente e nessuno; in entrambi gli episodi che ho raccontato in questo post le infermiere descritte sono state simpatiche e cordiali con i pazienti: anzi, mi ha stupito il fatto che abbiano trovato l’umore per essere spiritose in una circostanza sicuramente poco facile.

      In ogni caso, e come si dice, off topic, purtroppo in quest’ultimo periodo ho avuto spesso a che fare gli ospedali, e come spesso accade mi è capitato di avere a che fare con medici e infermieri in gamba ed empatici, ma purtroppo anche con persone che forse nel tempo si sono disamorate del proprio mestiere. Sono certa che le condizioni di lavoro nelle quali queste sono costrette a lavorare non aiuta (tranquilla, mi sono tenuta a buona distanza dalla Polverini!), ma quella del medico e dell’infermiere oltre che professioni sono vere e proprie “missioni”, e il paziente deve essere sempre tutelato, curato e trattato in modo gentile.

      Ci tengo a ribadire, concludendo, che le infermiere del post invece mi hanno suscitato subito gran simpatia. E per rispettare la privacy di tutti, i pazienti sono stati ripresi di spalle!

      ALicE

  7. 🙂 purtroppo sono una di quelle che crede nel suo lavoro e non potete immaginare dietro le quinte cosa succede! mi fa piacere le mie colleghe siano state carine.
    grazie alla polverini hanno chiuso troppi posti letto. se siete ricoverati in breve osservazione passate la nottata in barella. le barelle del p.soccorso sono piene di quelle delle ambulanze che nel frattempo non possono fare soccorsi.
    mi dispiace che tu abbia avuto brutte esperienze..ma l’ospedale è un piccolo spaccato dell’italia purtroppo!
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: