Metti il placebo nell’armadietto dei medicinali

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAQuando la ricerca del profitto si fonde con la furbizia si raggiungono delle vette di ridicolo surreali.

È infatti finalmente in vendita, e quindi a disposizione di chiunque, il placebo, “per la prima volta da sempre” come declamano con trionfalismo i lanci d’agenzia.

Sappiamo tutti che il placebo si presenta sotto forma di pillole di zucchero, o iniezioni saline, o sciroppi, senza ingredienti farmacologicamente attivi per la condizione patologica sulla quale si vuole intervenire. E che in molti casi, quando viene assunto ritenendo che si tratti di un farmaco efficace, è di beneficio per la salute.

Ora dunque avremo la possibilità di dispensarlo ai nostri cari che guariranno credendo di prendere la magica medicina. Oppure potremmo somministralo alla vecchia zia nubile ricchissima e senza altri parenti che noi, spacciandolo per il salvavita che deve assolutamente assumere regolarmente.

Ma anche noi potremo prenderlo per qualunque problema, poiché gli Scienziati hanno mostrato che può funzionare anche se siamo perfettamente consapevoli di quel che stiamo assumendo.

Il costo per l’acquisto online e di ben 11 sterline, quindi molto maggiore di quello che potremmo spendere per delle pasticchette di zucchero, ma la spedizione è compresa  😉  Per quella cifra riceveremo un flacone con un po’ di placebo in polvere cui aggiungere acqua per ottenere 100 ml di prezioso sciroppo-panacea. Loro consigliano di prenderne un cucchiaio due volte al giorno, uno dopo colazione e uno prima di andare a dormire, per cinque giorni.

Resta da vedere se saranno molti i gonzi che ci cadranno.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

3 Risposte a “Metti il placebo nell’armadietto dei medicinali”

  1. Forse il primo caso di effetto placebo in letteratura si trova in quel genio che era Torquato Tasso. Nella commedia “Aminta”, a un certo punto la ninfa Fillide viene punta da un’ape. Silvia si offre di curarla pronunciando una formula magica, ma il pastore Aminta (che ha osservato la scena) ritiene che la riuscita dell’operazione derivi da motivi psicologici.

  2. Temo che alla domanda dell’ultima riga la risposta sarà “sì”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: