Ai Weiwei: arte e sberleffo per attaccare il regime cinese

Naked_ai_weiweiCertamente ricorderete l’artista cinese famoso nel mondo Ai Weiwei e anche le vicissitudini attraverso le quali è dovuto passare in patria dove è stato anche incarcerato per reati mai veramente chiariti dalla leadership.

Ripresosi dalle conseguenze delle pesanti condizioni di detenzione, che gli hanno provocato anche danni fisici, Ai Weiwei ha ricominciato ad attaccare le autorità cinesi utilizzando però l’umorismo e la ridicolizzazione. Infatti, se c’è qualcosa che loro detestano e hanno difficoltà a fronteggiare è proprio l’umorismo.

Dissidenti come il grande scrittore premio Nobel Liu Xiaobo, attualmente in carcere, parlano con eloquenza di democrazia, ma ottengono poco seguito presso la popolazione. Le opere beffarde di Ai Weiwei, invece, attirano l’attenzione e sono difficili da controbattere o sopprimere.

La prima trovata è stata installare 15 videocamere che monitorassero ogni suo movimento, imitando analoghe iniziative governative, e diffondere in rete la “weiweicam”.

Quindi ha realizzato un video con se stesso che balla “Gangnam style” (qui l’originale del cantante coreano PSY) roteando un paio di manette e facendo la parodia dello stato e che ha già avuto centinaia di migliaia di visite su youtube.

Successivamente ha diffuso un autoritratto nudo con un animale imbottito come foglia di fico. Il titolo è “grass-mud-horse in the center”, un gioco di parole osceno, che nella lingua cinese è un’imprecazione volgare contro le autorità del Partito Comunista, o meglio contro le loro madri. Il pupazzo si chiama appunto Grass Mud Horse e viene usato come forma simbolica di sfida alla censura nella rete in Cina.

E tutto questo sì che ha un impatto forte sulla popolazione.

Ai Weiwei in Cina sta diventando un’icona della resistenza, rappresenta il progresso  ed è il riflesso di un pluralismo non ufficiale che sta acquistando sempre più terreno. Ed è anche ottimista. Come ha dichiarato al New york Times, le cose stanno migliorando in Cina e la democrazia arriverà nel 2020.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: