Street art nella città fantasma

Proprio ieri si parlava di street art. Per me ha un fascino speciale , trovo che sia un’opportunità per chiunque di esprimersi e di dar sfogo alla creatività senza limiti, neppure spaziali.

Le opere che voglio mostrarvi oggi sono state realizzate in una sorta di città fantasma belga. Il suo nome è Doel ed è entrata nelle cronache di metà settembre per il sospetto che la centrale nucleare che si trova nei suoi paraggi abbia delle crepe. Ma prima ancora di questo, si è prospettata la demolizione degli edifici del paese a causa del progetto di allargamento del porto di Anversa, per cui molti dei suoi abitanti hanno preferito vendere le loro case e trasferirsi.

Doel è quindi divenuta la meta di molti artisti che hanno empito di loro creazioni ogni spazio cittadino disponibile. Ne è venuta fuori una città fantasma molto particolare. In attesa di diventare un cumulo di macerie.

Le foto sono di Romany WG.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

Una Risposta a “Street art nella città fantasma”

  1. Sarà che Doel è una città fantasma… ma a Roma questi bellissimi dipinti non avrebbero resistito un’ora al vandalo di turno che, armato di bomboletta, si diverte a coprire con insulsi scarabocchi le opere di qualche collega più dotato di lui…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: