In Uzbekistan donne sterilizzate con l’inganno

Secondo notizie che provengono clandestinamente dall’Uzbekistan, è in corso da anni in quel paese un programma segreto volto a sterilizzare donne non sempre consapevoli. Molti medici, che hanno chiesto di restare anonimi, hanno ammesso di aver ingannato o minacciato le donne affinché acconsentissero alla sterilizzazione. Ma ancora più terrificante è il fatto che in numerosi casi si è proceduto senza il loro consenso, approfittando di parti cesarei, ma anche di interventi per appendiciti e sclerocistosi. Hanno affermato di essere stati costretti dalle autorità in missioni nelle zone rurali di tutto il paese con il mandato di assicurare una precisa quota mensile di sterilizzazioni.

La rivista scientifica The Lancet ha voluto verificare la veridicità di queste voci parlando con Sukhrobjon Ismoilov, direttore dell’Expert Working Group, una delle poche organizzazioni non governative ancora attive in Uzbekistan. Egli non solo ha confermato tutto, ma ha fornito ulteriori particolari agghiaccianti. L’ONG ha realizzato una ricerca di sette mesi relativa al 2010 che ha messo in luce circa 80.000 sterilizzazioni, ma è stato possibile evidenziare in che percentuale fossero state forzate.

Secondo Ismoilov i motivi per cui il regime spinge per la sterilizzazione delle donne sarebbero due. Il primo è il controllo demografico a fronte dei gravi problemi economici legati alla crescita esponenziale della popolazione e al fallimento delle riforme. Il secondo è il controllo della mortalità materna e infantile. Secondo i dati ONU il tasso di mortalità materna è aumentato oltre il 40% tra il 1990 e il 2008, arrivando a 30 decessi per 100.000 parti. Il tasso di mortalità infantile è ugualmente elevato con 48 per 100.000 nati, ma è diminuito negli ultimi 20 anni.

Da più parti si fanno pressioni alle principali organizzazioni internazionali affinché intervengano a porre fine a questo scempio, ma i rappresentanti di agenzie che hanno progetti sanitari in corso in Uzbekistan hanno ammesso che prese di posizione contro le autorità potrebbero avere “serie conseguenze”. E intanto le donne continuano a essere trattate come carne da macello.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

3 Risposte a “In Uzbekistan donne sterilizzate con l’inganno”

  1. Un amico, anni fa, diceva di avere conosciuto una (ex?) scienziata di laboratorio COSMETICO francese, che raccontava come alle donne (immigrate) dopo il parto venissero prevelate sostanze placentali, ecc., a loro insaputa.

  2. è terribile!

    • qui il ricordo è confuso, ma mi pare che l’operazione avesse ANCHE l’effetto di sterilizzarle. tanto per dire che, se il problema fosse solo l’Uzbekistan…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: