Quasi amici

Lo scrivo, o non lo scrivo? Ne parlo o non ne parlo?

D’altra parte non è certo una novità cinematografica, sarà almeno un mese che gira nelle sale.

Poi, come molte altre volte, mi sono detta: ma mica siamo l’ANSA! Non ci chiamiamo mica Morandini o Mereghetti! Non compete certo a noi recensire le prime visioni. E questo film mi ha davvero colpito! “Quasi Amici” è uno dei film più teneri, delicati, ben fatti e divertenti che mi sia capitato di vedere. Come al solito quando mi decido ad andare al cinema cerco di orientarmi verso film “sicuri”: già ci vado pochissimo! Se devo anche prendere delle cantonate me ne sto a casa. Così una volta che qualcuno dei miei guru (normalmente Laura o Spicy) mi suggeriscono un film (ma anche un libro, eh!), non voglio avere anticipi di trama, così come cerchiamo di non darne noi, qui sul blog.

Quasi amici è un film francese che sarebbe troppo riduttivo definire commedia, anche se fa ridere (e molto!), e non è nemmeno un film triste, anche se commuove. E’ la storia di una profonda, strana, inconsueta amicizia tra Philippe, un ricco e raffinato tetraplegico interpretato da François Cluzet  e Driss, il suo improvvisato badante senegalese appena uscito dal carcere, interpretato da Omar Sy.

Il film è diretto da  Olivier Nakache e Éric Toledano, e si ispira a una storia vera, che non anticiperò non solo perché non è nostra abitudine farlo, ma soprattutto perché a raccontarne la trama ne banalizzerei la storia, e il suo significato che invece si può cogliere e apprezzare solo guardando il film.

D’altra parte, sarebbe stato molto facile scadere nel patetico, o nello smielato. Invece guardando il film ci si diverte: perfino il mio Figlio Piccolo, dopo un primo momento di spaesamento, se la rideva a crepapelle!

Oltre ai protagonisti, anche gli altri personaggi sono stati ben definiti, in alcuni casi con pochi tratti, ma sufficienti a dare loro spessore e carattere.

Lo consiglio vivamente a tutti, grandi e piccoli!

Per chi volesse approfondire, il libro autobiografico che ne racconta la storia è Le second souffle.

Annunci

2 Risposte a “Quasi amici”

  1. Anche a me è piaciuto molto, delicato e divertente (alcune scene sono sottilmente esilaranti), ben dosato nei sentimenti e con una colonna sonora magnifica!

  2. davvero un bel film!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: