Cereali camaleontici

Conoscevo una bambina che aveva così poca voglia di mangiare che quando aveva davanti a sé una scodella di pasta, invece di vuotarla rapidamente, passava il tempo creando composizioni con la pasta e disegnini con il sugo.

A breve l’industria alimentare metterà a disposizione dei bambini inappetenti un nuovo pretesto per giocare e per evitare di finire la colazione alla svelta.

Dei ricercatori hanno brevettato un tipo di cereali camaleontici che saranno commercializzati dalla Quaker Oats Company. La loro caratteristica è che quando vengono buttati in una ciotola piena di un liquido, per esempio del latte, cambiano rapidamente colore. Obiettivo è ovviamente attirare l’interesse dei bambini affinché le mamme siano indotte ad acquistarli.

Qual è il loro segreto? Sono realizzati in tanti colori diversi e ricoperti con una polvere che li nasconde e fa sì che appaiano tutti inizialmente del medesimo colore. Il liquido in cui vengono immersi fa dissolvere istantaneamente la polvere in superficie e fa apparire i differenti colori sottostanti.

La polvere di copertura è realizzata con amido di mais, zucchero e coloranti alimentari, dosati in proporzioni precise in modo che il cambiamento di colore avvenga sorprendentemente in pochissimi secondi.

Purtroppo al momento è impossibile prevedere se i bambini posti di fronte a tale portento finiscono rapidamente il contenuto della ciotola o si gingillano coi cereali per un tempo infinito.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

2 Risposte a “Cereali camaleontici”

  1. Per una colazione “colorata”, perché non provare la shakshuka? 😉 …Magari con un po’ di formaggio bianco all’aneto o al cipollino verde a fianco e una spremuta d’arancio…
    Oppure labane (bianco) e pita con hummus e tehina con un po’ di buon olio di oliva, prezzemolo fresco e paprika dolce, e qualche oliva kalamata (beige, giallo, verde, rosso e nero) e un paio di datteri madjul (marrone)?
    Per i più delicati, qualche aringa matjas alla provenzale (rosa, grigio e verde chiaro) con pane di segala o pumpernikel e un caffè (per il marrone)…
    A questo punto, avendo elencato ciò che per me è diventata colazione nella seconda metà della mia vita, la migliore, adesso ho fame! 😉
    [che ppalle co’ ‘sto cappuccino e cornetto!!…almeno fosse un vero croissant!],

  2. Chissà se ho fatto venire il voltastomaco a qualcuno?
    A mia madre lo farei venire di certo…
    La poverina, un giorno, osservandomi mentre cucinavo mi ha detto [credo sia una cosa tristissima per una madre da dire]: “Sembrerebbe che tu da qui non ci sia mai neanche passato!”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: