Storie di sesso animalesco #14

L’erezione dello struzzo

Questa è una triste storia: la storia dello struzzo e della sua erezione.

Per lo struzzo raggiungere l’erezione è facile: vede una femmina che lo ispira ed è subito pronto. Il problema vero è mantenerla, perché dura letteralmente pochi secondi.

La povera signora struzzo, quindi, deve fare in fretta in fretta e cogliere l’attimo (è il caso di dirlo) fuggente. Spesso non fa in tempo ad accorgersi delle avances del compagno che è già tutto finito. Figuriamoci poi accampare pretese riguardo ai preliminari: meglio non perdere tempo con qualche bacetto, magari anche distratto perché lui è tutto preso dall’impresa di mantenere lo status quo. Ci si sbriga e si prende quel pochissimo che viene.

In verità la signora struzzo già può ringraziare l’evoluzione della specie, perché la maggioranza degli uccelli non ha l’uccello il pene. Fanno eccezione due ordini: i Paleognati (cui appartengono emu, kiwi e tinami) e i Galloanseri (galline, fagiani, oche). Peccato però che i peni di questi uccelli, al contrario di quelli dei mammiferi e dei rettili [i rettili hanno il pene? e dove? e com’è?] che usano il sangue per dare vita al loro membro, si ergono utilizzando il fluido linfatico che il corpo mantiene a una pressione minore di quella del sangue. E questo spiega tutto.

Dal che si evince che la Natura si preoccupa in primis della continuazione della specie e poi del piacere del maschio quand’anche debba accontentarsi di poco. Della gratificazione della femmina se ne parla, eventualmente, alla prossima reincarnazione. Se va bene.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: