Gli amici di Elisa: la web sit-com per promuovere i test per le malattie a trasmissione sessuale

È stato appena lanciato il primo dei 14 episodi della web sit-com Gli amici di Elisa che ha lo scopo di sensibilizzare il pubblico giovanile sulle malattie sessualmente trasmissibili, sulle modalità di protezione e sull’importanza di effettuare lo screening.  È la storia, ambientata in un locale milanese, di ciò che avviene durante la “festa di Elisa”, giocando sull’ambiguità tra il nome di una ragazza e quello della metodica usata per il test HIV.

In essa vengono trattati temi importanti e vicini al mondo dei giovani, quali le relazioni affettive e sessuali e le malattie da essi derivanti, in maniera leggera, ma allo stesso tempo affrontando i falsi miti e le credenze errate dei ragazzi.

È un modo innovativo di fare prevenzione che va oltre la semplice informazione, che sappiamo non essere efficace allo scopo, così come è inefficace fare leva sulla paura o scegliere un approccio moralistico. Viene invece veicolato un messaggio di educazione all’affettività che promuova un’etica di comportamento all’interno delle relazioni: conoscersi, avere cura di se stessi, proteggersi, promuovere forme di rispetto per sé e per il partner.

I protagonisti sono Giulia, una frizzante studentessa universitaria da poco single, con un atteggiamento responsabile nelle relazioni e nei rapporti, Marco, un ragazzo omosessuale impegnato in una relazione stabile e Carlo, un ragazzo inesperto nella relazione con l’altro sesso.

Il format riprende lo stile del programma Camera Cafè: la macchina da presa, a seconda delle circostanze, è lo sguardo di una barista, di una macchinetta dei preservativi o di un altro invitato alla festa.

Le successive 13 puntate, della durata di circa due minuti ciascuna, verranno proposte con cadenza settimanale fino al 1 dicembre 2011, Giornata  mondiale per la lotta all’AIDS, saranno caricate su un canale Youtube, inserite sul sito creato ad hoc e nella fan-page Facebook (Gli amici di Elisa – Sit-Com).

La sit-com è stata realizzata da Entertainment Education e prodotta da Ala Milano Onlus per l’ASL Milano.

Direi di pubblicizzarla in ogni modo: è un’iniziativa importante che può avere benefiche ricadute sulla salute dei nostri ragazzi e di tutta la popolazione generale.

Quello che segue è il trailer.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: