Lettera aperta al Team di Google

Cari amici di Google,

Vi scrivo per segnalarvi quel che è successo nel nostro blog che, durante il mese di agosto, con gran parte delle lettrici e dei lettori in vacanza, è rimasto in balia dei frequentatori del Vostro motore di ricerca che sono arrivati fino a noi grazie a Voi.

La nostra impressione è che ci sia qualcosa che non funziona bene nel Vostro sistema, che so, qualche algoritmo invertito, qualche filo squagliato per il caldo torrido, qualche valvola fulminata. Non si capisce altrimenti come diavolo sia potuto accadere che maniaci sessuali che avevano digitato stringhe come:

  • un culo dè nà grassa [c’è sempre chi apprezza la carne]
  • amplesso più lungo [poi ti deprimi]
  • streaming film porno ha letto con i miei figli [e l’italiano?]
  • sesso retro [nel senso come si faceva tempo fa?]
  • cannibale che fa sesso sadomaso gratis [beh, se è gratis]
  • video donne mangia sperma col pane [perché le nostre madri ci hanno insegnato a mangiare tutto col pane]
  • come far vedere ai miei figli film porno [perché?]
  • spappola testicoli [due tre persone di mia conoscenza]
  • glande escrescenza [l’ha digitato un cinese?]
  • donne grasse in perizoma [oddio!]
  • storie di perizoma [c’era una volta un perizoma che si era perso dentro…]
  • porno ragazza con aids [il pericolo è il mio mestiere]
  • ragazze che pisciano [e che commento vuoi fare?]
  • è difficile entrare nella posizione pecorina? [lubrificante e passa la paura]
  • figa di una di 58 anni [mai dire mai]
  • preservativi lunghissimi [si vabbe’!]
  • ragazza ebraica free porn [o è “ebraica” o è free]
  • racconti di sesso con animali [un grande classico]
  • blog di donne che raccontano la voglia di sperma [anche senza pane]
  • mamma guarda come ti scopo [edipo dove sei?]
  • racconti di scopate con religiose [che durante gridano oddio oddio?]
  • video porno di studentesse giapponesi che si fanno scopare in treno.com [uno che sa quel che vuole]
  • video porno adatti ai ragazzi di 14 [è giudizioso, non vuole precorrere i tempi]
  • quante donne a quarant’anni hanno usato il vibratore [in numero assoluto o in percentuale?]
  • barbara palombelli cosce [questa è la ricerca più perversa]

siano stati indirizzati al nostro blog, noto per essere rispettabile, pudico e timorato di Dio. Alcune di esse ci hanno fatto anche un po’ arrossire.

In attesa di Vostre delucidazioni Vi salutiamo caramente

Le Ragazze

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

15 Risposte a “Lettera aperta al Team di Google”

  1. contro-lamentela non da parte di Google ma dell’utenza: che sia l’ultima volta che stoppate per un mese intero… c’è da andare in astinenza 😦

    • Trooooooppo buono! E bentornato.

    • Davvero troppo buono dhr!
      Ci sei mancato anche tu!

      Sappi comunque che Laura (si, si! Proprio lei! Quella che ti sta tanto simpatica!) aveva addirittura pensato di chiudere il blog!
      E solo perché crede che sia tutto sulle sue spalle!
      Una perfetta Jewish Mother!

  2. Forse la mamma che insegnava a mangiare tutto col “pane” era un po’ barese?

    Beh dai, ma pure voi se pubblicate una serie del titolo “sesso animalesco” non potete pretendere che non si presti a equivoci!

    Bentornate anche da parte mia. 🙂

    • Bentornata anche a te, benché dalle tue parti l’attività è continuata a fervere. Sei instancabile!

    • >Forse la mamma che insegnava a mangiare tutto col “pane” era un po’ barese?

      Non necessariamente.

      “Non dimenticate mai l’importanza del pane. Insistete affinché venga mangiato con tutti i cibi, compresi gli snack:
      – Irving, dài, mangiaci un po’ di pane.
      – Pane? Ma mamma, con il gelato di fragole?
      – Solo un pezzetto. Ti aiuta a tirarlo su”.
      D. Greenburg, How to be a jewish mother

  3. I commenti sono esilaranti, bentornate

  4. Sono colpita dai commenti precedenti che mi sembra minimizzino quanto accaduto.
    Sarò bacchettona ma, chi mi conosce sa che non è proprio così, sono indignata e per niente divertita.
    Bentornate, ragazze!

    • Dai Cinzia,
      io non esagererei!
      In fondo Laura voleva solo mettere l’accento sui pochi ingressi che abbiamo avuto attraverso queste “ricerche perverse”.
      A fronte di queste ci sono un sacco di persone che incappano in noi con ricerche di tutto rispetto!
      Oltre agli Amici, ovviamente, che vengono da noi senza passare da google!

  5. Mi chiedevo che cosa vi fosse successo… Non che abbia internettato molto fra demenze senili ed ospedali, cercando di capire come mai qui se la menano tanto con la “medicina sociale”, S.S.N. ecc., che non funziona, spreca a iosa, frega miliardi dalle buste paga e pensioni di tutti, e costa un fracco (mai pagato altrettanto nei tanto vituperati – è lo sport nazionale italiano – U.S.A. e con $250 al mese NETTI avevo copertura medica e dentale TOTALE, soprattutto DOVE VOLEVO IO, senza passare per ogni idiozia dal “medico di base” che non dà appuntamenti sprecando ore su ore…)…a fronte dei disservizi continui che ti offre quando non ti ammazza e mette costantemente in pericolo [a partire dalla scuola materna, col divieto per il personale insegnante di avere le cartelle cliniche e sapere le patologie eventuali dei bambini – oltre ai loro pidocchi – mettendo a rischio la vita di piccoli innocenti, sia chi è malato (magari sieropositivo, che non ha bisogno di trovarsi accanto a NESSUNA malattia infettiva!) sia chi è portatore, magari sano, di Epatite C, TB, eccetera, …all’insaputa degli insegnanti che “per la privacy” non hano diritto di sapere che non è il caso che il piccolo X ciucci il leccalecca del piccolo Y, o che bevano nello stesso bicchiere, ecc. e non li possono proteggere…. Senza menzionare l’assurdità “sinistra” del non richiedere certificato medico per poter tornare a scuola dopo infestazioni da pidocchi (chiamiamoli col loro nome, porca miseria! Non con termini che chi ha figli con i pidocchi non capisce!) o malattie anche infettive!!!
    Un bentornato da un badante forzato!

  6. L’avevo scritto ma la riga si dev’essere persa in una battitura sbagliata: “Laura mi fai sempre scompisciare”. E aggiungo: mi chiedo pure che tipologia “umana” (pitecantropus vulgaris sarebbe più adatto, se non australopitecus prometeus) faccia delle ricerche del genere sul Google… 😉

  7. Ah… i $250 al mese erano per una famiglia di CINQUE persone, due adulti e tre bambini!…

  8. Bene, adesso il team dei Rompi è al completo!
    Bentornato anche a Sergio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: