Ingiustizie fiscali


Non so che tipo di famiglia sia la vostra dal punto di vista economico. Noi funzioniamo così: ALicE (piccolo stipendio part-time); Il Marito (normale stipendio da bancario); 3 figli minorenni (a carico).
Abbiamo un unico conto corrente – ente – ente (scusate l’eco, ma è sempre abbastanza vuoto) sul quale confluisono i crediti e i debiti di entrambi.
Cosa succede secondo voi se ad ALicE capita di dover sostenere un’ingente spesa (medica per esempio)? Ovviamente non si sta a guardare se ALicE guadagna da sola abbastanza per potersela permettere. Il tenore di vita della famiglia è indipendente dalla contribuzione personale. Non è che visto che il Marito guadagna di più può avere un tenore di vita più alto di quello di ALicE. (Anzi, semmai è il contrario! ;-))
Se la Famiglia deve affrontare una spesa la affronta. Punto.
E se la spesa è fiscalmente deducibile?
La si deduce ovviamente! Mica regaliamo soldi allo Stato! Non sia mai detto!
E invece no!
No, perchè ALicE da sola guadagna troppo poco per potersi permettere una spesa (medica, non voluttuaria) simile. E Il Marito? Non conta! Se le fatture sono intestate ad ALicE le deve dedurre ALicE. E se ALicE non ha “abbastanza capienza” (si dice così!)… niente! Regala i soldi allo Stato.
E questo indipendentemente dal regime di comunione o separazione vigente tra i coniugi.
Si perchè in Italia, al contrario di quello che succede in altri Paesi,  i redditi dei coniugi si sommano solo se fa comodo al fisco. Quindi vengono cumulati per NON avere diritto (ma per un pelo, eh!) agli assegni familiari; per pagare il DOPPIO (ma per un pelo, eh!)  la mensa scolastica dei figli; per NON avere diritto (ma per un pelo, eh!) al bonus bebè per il terzo figlio; per rientrare (ma per un pelo, eh!) nella fascia di reddito ISEE che NON ti permette di avere riduzioni delle rette universitarie o del nido… Insomma finché fa comodo al fisco il nostro è un reddito comune; quando per lo stesso principio di solidarietà familiare c’è la necessità di affrontare una spesa medica importante no! A quel punto che ognuno paghi per sé. E se non ha i soldi, che si  arrangi! Oppure, come abbiamo fatto noi, regali il 30% allo Stato.

Annunci

Una Risposta a “Ingiustizie fiscali”

  1. Ehm… Mi dà la solita sensazione del paese del futti futti… in cui, come succede sempre, il pesce marcisce dalla testa…
    E queste norme, A DESTRA COME A SINISTRA, nessuno le ha abolite.
    E quando vedo i politicanti in tv, penso a Alberto Lupo, Dalida e Mina, e canto: “Parole, parole, parole”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: