Santa Maria degli Angeli a Roma: incredibile scoperta!

Il chiostro di Michelangelo

Il chiostro di Michelangelo

Chi segue il blog saprà che noi abbiamo una specie di guru, Stefania Ponti, la nostra guida, non spirituale, ma storico-archeologica, che ci porta a visitare posti incredibili dentro e fuori Roma.

E mi capita spesso di chiacchierare delle nostre visite con un Amico Architetto che sostiene che invece che l’arte non dovrebbe essere spiegata, ma dovrebbe suscitare emozioni a prescindere dall’aiuto di un “tecnico”. E quindi un’opera d’arte, un quadro, una chiesa dovrebbe essere guardata con i nostri occhi che ci restituiranno un giudizio, positivo o negativo, che non potrà essere cambiato dalla spiegazione di una guida.

A mio avviso nulla di più sbagliato. Quando Stefania ci contestualizza un quadro, ci racconta il periodo storico nel quale è stato dipinto, ci fa notare particolari sui quali mai ci saremmo soffermati… Beh, il nostro giudizio, con il suo racconto cambia eccome!

Questa lunga premessa per raccontarvi la meraviglia della visita della scorsa settimana alla chiesa di Santa Maria degli Angeli, a Piazza della Repubblica.

Se fossimo entrati per conto nostro avremmo fatto il giro della chiesa, avremmo guardato (forse senza neanche soffermarci troppo) le opere pittoriche e scultoree presenti; avremmo certamente notato e apprezzato i due trompe l’oeil (quanto mi piacciono!!!) che con finte colonne marmoree e stucchi dorati, in realtà solo dipinti, incorniciano due grandi quadri. Avremmo dato un’occhiata alla cupola di vetri colorati senza approfondire che è stata costruita in tempi recentissimi e che per la sua messa in opera sono stati utilizzate 24 lastre di vetro multicolore che riflettono una luce di colore rosa che nel corso del giorno avanza sul calpestio. Così come certo, avremmo dato un’occhiata all’antica meridiana a luce solare presente sul pavimento della chiesa.

Ma non avremmo di sicuro capito da soli che la chiesa nel 300 E.V. era una terma. Cioè non che la chiesa, nell’ottica del “non si butta via niente” sia stata costruita nel 1560 (circa) laddove prima sorgeva una terma: no proprio che la terma è stata trasformata in una chiesa. Le enormi colonne marmoree con i capitelli corinzi sono originali del periodo di Diocleziano! Grazie alla piantina di cui Stefania ci aveva muniti e alle sue spiegazioni eravamo perfettamente in grado di immaginare di trovarci nel calidarium o nella palestra invece che nella navata o nel transetto. Anzi, è stata la prima volta che trovandomi in una terma potevo capire come era fatta davvero. Già perchè in genere i resti delle terme romane non restituiscono la visione di insieme ed è sempre difficile farsi un’idea di com’erano sul serio guardando resti di colonne, di pavimenti o di vasche. Stavolta invece bastava davvero poco per avere la visione di com’erano veramente le terme di Diocleziano dal punto di vista architettonico. Un vero miracolo !

Dopo la visita alla chiesa Stefania ci ha portati nel bellissimo chiostro di Michelangelo, un luogo inimmaginabile specie in uno spazio come quello nel quale è costruito, alle spalle della Stazione Termini. Arricchito tra l’altro da un bellissimo dipinto del Balbi su una porta di legno, di cui ha parlato anche Laura a proposito dell’antica Farmacia di Trisulti.

Ora godetevi la visita virtuale, per la quale ringraziamo Laura, la nostra fotoreporter, e poi provvederò a raccontare al mio Amico Architetto quest’affascinante scoperta da parte di una Ragazza ignorante munita però di guida al seguito!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

9 Risposte a “Santa Maria degli Angeli a Roma: incredibile scoperta!”

  1. c’è una scultura del grande Mitoraj!

    • Proprio così. Anche le due porte sono opera sua. E sono altrettano fantastiche. Le figure sembrano uscire dal bronzo e materializzarsi.

      • in luna di miele (la prima) eravamo a Palma de Mallorca, e sulla piazzetta principale e aree adiacenti erano in mostra all’aperto una serie di sue opere.
        e altre ce n’erano quest’estate in centro ad Aix-en-Provence, spec. attorno al fontanone.
        che meraviglie!

        il buffo è che Mitoraj oggi risiede in Italia in un paese che ha lo stesso nome di una mia amica pittrice e scultrice: Pietrasanta.

      • Ecco dove avevo visto altre sue opere: Pietrasanta!

  2. ciao a tutti
    confesso in prima battuta che è la prima volta che partecipo ad una discussione da solo con il video, e considerato che ,dirà la mia amica che mi ha citato, cerco sempre di prevalere, quì sarò il Direttore di orchestra!e le mie idee poche ma ben confuse prevarranno su tutte le altre-
    Intanto mi scuso e ricordo un mio maestro di archittettura che diceva che per scrivere una lettera breve ci vuole molto tempo, io di tempo non ne ho ora, ma confesso che ero curioso di tutto ciò, perciò scriverò male e lungamente.
    La mia amica sa che parlo come scrivo, e pace .
    Si io la penso come è stato descritto in premessa dell’articolo
    L’Arte serve a due cose :
    a emozionarsi e a porsi domande
    a emozionarsi dell’arte bisogna educarsi,a vivere la magia di uno spazio non occorre che qualcuno ti spieghi, che ti dia risposte, occorre che ti nascano domande, da dentro
    occorre silenzio
    e bisogna cominciare dalle domande più elementari, del tipo perchè le colonne hanno un basamento e perchè di quella forma lì
    e per far nascere delle domande bisogna educarsi all’osservazione
    tempo fa facevo un gioco camminando con amici per Roma, chiedevo loro perchè una facciata di un palazzo gli piaceva o no?
    le risposte erano mi piace o non mi piace, e poi quando chiedevo perchè…nulla!come nulla? allora chiedevo loro se un film era piaciuto e perchè, qui iniziava qualche timida risposta che nascondeva oltre al giudizio sulla trama, sull’autore ecc ecc qualche operazione di scomposizione
    poi quando chiedevo loro se un vestito era bello o no, era una esplosione di scomposizioni in fattori tipo il Taglio, le Cuciture,il Risvolto
    ecco la percezione dell’arte deve essere scomposta in elementi, deve essere scomposta in domande e il gioco meraviglioso è cercare di trovare delle risposte
    la conquista è riuscire a guardare l’arte da soli, riuscire a costruire una capacità di giudizio in solutidune per garantirsi di camminare nel mondo e godere della vista di una antica Balilla trasportata da un carro attrezzi nel mezzo di via Magna Grecia allo stesso modo di restare abbagliati a Villa Adriana a Tivoli.
    scusate per le chiacchiere, ma vi avevo avvertiti

  3. >occorre che ti nascano domande, da dentro
    occorre silenzio
    Mi piace quello che dice Gianfranco e sono anche d’accordo, ma è anche vero, secondo me, che qualcuno che ti contestualizzi ciò che hai davanti ti aiuta, come dici tu, “a costruire una capacità di giudizio in solutidune”. Insomma, le vostre posizioni si integrano. O no?

  4. Le mie posizioni integrate con quelle di Gianfranco????
    GIAMMAI!!!!

    😉 😉 😉

    … ma certo che si integrano, eccome! Gianfranco è un po’ come il Marito: butta lì qualche frase a effetto giusto per provocare l’interlocutore.
    Il bello è che così lui “provoca” ragionamenti e punti di domanda!
    Mi piace sfotterlo, ma… fossero tutti così gli amici!

  5. fossero fossero …intanto uno lo hai così e curalo coccolalo e trattienilo! scherzo!se poi dovessero arrivare prelibatezze via ascensore le ns posizioni si integrerebbero di più!scherzo ancora .è notte e sono sveglio come fosse mezzogiorno.

  6. adoro visitare posti nuovi e cercare nel mio piccolo di capirne il contesto x apprezzarlo al massimo … e le guide..siiii sn preziosissimee…. se poi ci mettono anche passione, è il mix perfetto: cultura e sentimento x la vita!
    ciao buona giornata.rosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: