Religiosi o kamikaze?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ la seconda volta in un anno. A essere recidivi sono sia gli ebrei religiosi che indossano i tefillin in aereo, sia il personale di bordo che scambia i filatteri per pericolose armi di distruzione di massa.

Era già successo a gennaio in un volo interno americano (da NY a Louisville in Kentucky), e ora di nuovo, stavolta a bordo di un aereo della Alaska Flight da Città del Messico a Los Angeles. Tre passeggeri messicani si erano legati i tefillin (delle scatolette di pelle nera contenenti dei brani della Torà scritti su pergamena, che tutti gli uomini ebrei dovrebbero usare ogni giorno nelle preghiere quotidiane, legandoseli sulla fronte e sul braccio); il personale, scambiandoli per armi (forse pensavano che fosse dinamite?) ha dato l’allarme. L’aereo ha quindi fatto un atterraggio di emergenza e sono intervenuti vigili del fuoco con estintori e perfino l’FBI.

Ora, senza voler togliere nulla alla grandezza e alla potenza dell’Altissimo, non penso bastino delle preghiere per far saltare in aria un aereo o per far fuori nemici (veri o presunti).

Se così fosse, sai che record di fedeli?

Annunci

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: