Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni

Woody Allen ricordiamolo da vivo. E quindi evitiamo questo Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni, un film noioso che non dà emozioni, ma solo una sensazione di già visto e già sentito.

Nessuna traccia del regista brillante, dei dialoghi intelligenti, sorprendenti e divertenti, delle situazioni originali e delle riflessioni profonde cui ci avevano abituato i suoi precedenti film.

D’altra parte, la lettura che ne dà lo stesso Woody Allen è illuminante:

“Tutti i personaggi si affannano per dare un senso alle loro vite, e trovano ambizione, successo e amore. Non fanno che correre, scontrarsi tra di loro, farsi male, fare errori in un caos costante. Ma alla fine, dopo cento anni, tutti coloro che sono stati sulla terra insieme a loro, saranno morti e sepolti e dopo altri cento anni, ci sarà una nuova generazione di persone. E dopo tante ambizioni e aspirazioni, plagi e tradimenti, ciò che un tempo sembrava avere tanto senso, non ne avrà più alcuno”.

Senza speranza. Tutto è inutile, tutto è illusione, gli amori e le relazioni non durano, le storie con le donne giovani non fanno ringiovanire gli uomini anziani (strano no?), la morte spazza via ogni cosa. Ultima spes forse la reincarnazione, addirittura. Non è più un’ancora di salvezza nemmeno la psicanalisi: l’analista è rimpiazzato dalla veggente, anche questa già vista.

Il regista appare ormai così ossessionato dall’età che avanza e dalla morte ventura da aver perso l’ironia, l’autoironia e la capacità di far ridere e pensare.

Anche gli attori nelle sue mani non sembrano far faville, persino Anthony Hopkins, nella parte del vecchio Alfie che lascia la moglie per sposare Charmaine, una giovanissima, stupida e rozza escort, è deludente.

Due parole sul doppiaggio di Charmaine. Da brividi. Chi l’ha detto che una escort parla in questo modo? Se non ne hanno una conoscenza diretta chiedano a chi è esperto…

Salverei solo la locandina, dove si vede una lei che abbraccia un lui in un gioco di alternanza figura-sfondo in cui le due figure non possono essere percepite contemporaneamente. Ben rappresenta, dunque, la tesi del regista riguardo l’illusorietà di qualunque relazione uomo/donna.

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

6 Risposte a “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni”

  1. È vero: il film fa pena, anzi, è lo specchio dell’assoluto vuoto morale in cui uno come Allen, che non crede in nulla tranne che se stesso, si trova invecchiando…
    Quanto a Charmaine… Mia cara, stavolta devo comunicarti che nell’originale la bionda troiona parla proprio cosí: con un volgarissimo accento di Broccolino, uso di parole non a proposito, assoluto vuoto nel reparto testa…insomma, di proposito l’oca, versione umana di quelle pennute dei festini romani, quelle a cui gli schiavi tagliavano il collo nel bel mezzo del loro uso (la testa non serviva) con risultanti contrazioni – e poi si dice che imparare bene il Latino non serve! :-).
    Al massimo si può attribuire ad Allen un altro luogo comune: l’uso della bionda come troiona e pure idiota…
    Nei suoi film, una bionda con PhD non ci troverebbe posto…
    Del resto, che cosa si può pretendere da uno che si faceva a 50 anni la figlia quindicenne di sua moglie?… 🙂

  2. Hai proprio ragione, il matrimonio con la figlia è agghiacciante: l’edipo realizzato.

  3. La parte agghiacciante, non credo sia il fatto che ANNI DOPO essersi separato dalla moglie, ne ha sposato la figlia, sebbene sia una cosa proibita dalla Toràh, a cui lui è tenuto, che ci creda o no, in quanto è ebreo.
    Lo SCHIFO TOTALE di questo essere abbietto è che se la faceva con la figlia quindicenne di sua moglie mentre erano sposati!

  4. In merito alla (bella!) locandina, per me è anche peggio di come la interpreta Laura: io ci vedo un uomo abbracciato dal vuoto, dal niente! Oltretutto un vuoto che fagocita l’uomo, come una sorta di buco nero?
    E non mi sembra un bel complimento per il sesso femminile!

  5. >un vuoto che fagocita l’uomo

    lo spettro di Lilith…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: