Ritorno nei luoghi dell’infanzia

SDC11418Il programma era un sabato ad Anzio con S, un’altra di noi ragazze. La mia intenzione, oltre a fare un tagliando all’abbronzatura, era soprattutto tornare nei luoghi dell’infanzia, mai più rivisti negli ultimi 40 anni. Un po’ sbeffeggiate da qualcuno, anche per la scelta del treno come mezzo, ma convinte della bontà dell’idea per evitare insopportabili code, ci compiacevamo del viaggio che procedeva senza intoppi e persino dell’aria condizionata funzionante. A parte il bagno all’interno del quale giaceva una tazza divelta, coricata su un fianco e piena di carta…

A pochissimi minuti dalla meta il treno si ferma e dopo una lunga attesa senza informazione alcuna scopriamo che si è ROTTO uno scambio. Quando già disperavamo di arrivare a un’ora decente, ma anche di tornare a Roma visto che di binario unico si trattava, si materializzano due efficienti scambisti (mi sa che non si chiamano così gli esperti di scambi ferroviari, forse mi confondo con gli scambisti che conosco io; sempre a causa delle mie frequentazioni variegate) che rapidamente risolvono il problema. Quindi arriviamo ad Anzio, accolte alla stazione da M, un’altra ragazza, e portate in pellegrinaggio nei luoghi dei ricordi con emozioni contrastanti nel riconoscere posti e scoprire cambiamenti anche sostanziali, ma in genere in meglio. Per esempio la piazza principale e la strada che costeggia la spiaggia di Levante. Ma erano soprattutto gli odori a risultare evocativi di momenti e situazioni passate.

La sorpresa più grande è venuta in spiaggia, allo stabilimento Tirrena, dove da bambine passavamo le mattine e i pomeriggi estivi. Niente è più come era. Vuoi mettere il fascino della “rotonda sul mare” di allora, luogo precluso a noi piccoli se non accompagnati e meta di comitive di ragazzini di poco più grandi che trascorrevano ore intorno a quei tavolini! La rotonda oggi si trova tristemente ben piantata sulla terra ferma a causa del ritiro delle acque.

Tirrena1SDC11413

Tornare in quei luoghi ha evocato ricordi e ci ha portate a fare confronti su come siamo state “tirate su” e su come noi abbiamo educato i nostri figli. E abbiamo anche sorriso ricordando certe regole che proprio non riuscivamo a mandar giù. Per esempio il “riposino” pomeridiano obbligatorio, anche in assenza di sonno e con la voglia a mille di essere altrove. Mi rivedo costretta a letto con mia madre che così poteva controllare che dormissi veramente. Si lamentava del muoversi continuo dell’insonne che impediva il suo di riposino e allora prendeva provvedimenti di ogni tipo per tenermi ferma finché io cominciavo a muovere l’unica parte di me che non poteva controllare: il naso! Capito che infanzia!

Annunci

Informazioni su laura

rinunciare all'animosità significa diventare liberi

5 Risposte a “Ritorno nei luoghi dell’infanzia”

  1. Infatti, si. Che razza di infanzia.
    Speriamo di non commettere gli stessi tragici, fatali, imperdonabili errori con i nostri figli…. Dovessero rinfacciarceli dopo 50 anni sul loro blog!

    Non sia mai!

    • Nonostate l’articolo sia un po’ lungo l’ho letto tutto….!
      Secondo me i nostri figli, almeno quelli miei e di ALicE, ci rinfaccerranno di averli fatti dormire in spiaggia sotto la calura estiva delle due del pomeriggio, invece che in un comodo letto con la mamma accanto!
      Come fai, fai male.

      Miriam

  2. …e l’omino che passava con la cesta piena di ciambelle, pizzette e patatine … ma noi mai!!!…poi non si mangiava a pranzo!!!
    N.B.si andava in spiaggia alle 8,00 di mattina e l’omino già passava… ai voglia a digerire per ‘ora di pranzo!!!
    Ma volete farmi piangere?
    Fabio

  3. Però non si può negare che quei pranzi in spiaggia fossero davvero succulenti: teglie di lasagne, pomodori col riso, fettine panate! Altro che quei panini striminziti che abbiamo dato (o se preferite ho dato) ai nostri figli!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: