Foto-ricette: Pitte (o pane arabo)

Venerdì scorso una mia amica mi ha chiesto aiuto per organizzare una colazione per una quarantina di persone. Ho accettato nonostante un mal di schiena che non mi dava tregua da oltre 2 mesi (questo lo sottolineo da brava jewish mother) e ho quindi passato un week end di passione tra i fornelli.

Tra le altre cose ho preparato delle piccole pitte (tipico pane arabo) imbottite in vario modo, e, visto che ho fatto delle foto per illustrare le varie fasi della lavorazione, ho pensato di postare la prima di una serie di foto-ricette che possono essere utili per gli avventori di questo giovane blog.

Inoltre, dal momento che cucinare è la mia grande passione, scrivere di cucina è quanto ci sia di più vicino alla mia nuova dimensione di blogger!

Dunque, partiamo.

Per circa 70 piccole pitte (o la metà se di dimensioni normali)

15 g di lievito di birra

1 pizzico di zucchero

300 g di acqua

2 cucchiai di olio e.v.

1 cucchiaino da the di sale

1/2 kg farina (preferibilmente metà tipo 0 e metà di grano duro)

Procedimento: Sciogliere il lievito nell’acqua con un pizzico di zucchero. Aggiungere un po’ di farina, quasi la metà. Mescolare bene, quindi aggiungere sale e olio. Uso questo metodo per far si che i condimenti non vadano a diretto contatto con il lievito. Mescolare ancora e poi impastare con il resto della farina. Formare una palla che si dovrà ungere con un pochino d’olio e mettere a lievitare in una ciotola, coperta con un panno umido, per 2 ore.

Quindi, si deve prendere l’impasto, farne delle palline della dimensione di una noce, e, cospargendole bene di farina schiacciarle con il mattarello allo spessore di 4-5 mm.

Disporle su un canovaccio ben infarinato e coprire con un altro canovaccio. Dovranno lievitare una ventina di minuti prima di essere infornate. Quindi, nel frattempo avremo acceso il forno al massimo con le teglie dentro, in modo da farle scaldare.

Dopo circa 20 minuti, con il forno arrivato a temperatura, si dovranno far scivolare le pitte sulla teglia bollente, e infornare per 5-6 minuti. Se avremo fatto bene il nostro lavoro, saranno bianche in superficie e aprendole formeranno una specie di tasca. Data la pressochè assenza di mollica, è’ un pane ottimo per essere imbottito.

Per amore di precisione ho imparato a fare questo pane da Sandra, una signora italo-israeliana che cantava nel mio coro a Milano. Nessun piatto riesce esattamente come alla persona che ce lo ha  insegnato: ognuno di noi ci mette del suo nella realizzazione. Per questo non sono gelosa delle mie ricette e per questo mi piace chiederle agli amici. Trovo quindi doveroso un riconoscimento nei loro confronti, che in questo caso si traduce in una doverosa menzione da parte mia.

E ora le foto:

Sono a disposizione per qualunque chiarimento!
Ciao
ALicE
Annunci

7 Risposte a “Foto-ricette: Pitte (o pane arabo)”

  1. Fantastiche!! Brava

  2. mmmhhh….CHe bontà!! Grazie mi hai dato un’ottima idea in vista del compleann della piccola G. che compie 3 anni!! Con cosa le hai riempite?

  3. Ciao Maria Teresa, e benvenuta.
    Dunque, le pitte delle foto mi pare fossero riempite con:
    salmone e rughetta
    pomodori cotti al forno
    Philadelphia, pomodori freschi e cumino
    cicoria ripassata e bottarga
    Spada (o tonno) affumicato e avocado
    Concia (è una pietanza giudaico-romanesca: una specie di zucchine marinate)

    Però ti puoi sbizzarrire come ti pare, sia sul dolce che sul salato
    Per esempio per una festa di bimbi puoi riempirle con affettati di varia natura, tonno, formaggio, nutella, burro e marmellata…)

  4. Eccomi finalmente leggo la tua risposta! :-)Grazie! Proverò molto presto questa ricetta!!

  5. Dimenticavo: come si preparano i pomodori cotti al forno?

  6. E’ un po’ complicato e questa non è esattamente la stagione giusta. Sono per la precisione Pomodori a mezzo, un piatto tipico giudaico romanesco. Posteremo la ricetta quanto prima! Grazie per il suggerimento!

  7. Gli eterni lamenti delle jewish mum!!!
    La mia nn passa giorno che non ne abbia uno nuovo e di solito abbinato all’inutile commento sull’aspetto metereologico della giornata.
    Si lo so , questa è una ricetta ma non ho potuto fare a meno di riderci su!
    Bravissima AliCe!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: